Servizio civile regionale alla Casa, partecipa al bando!

Dal 9 maggio 2019 sono aperte le candidature al bando per il Servizio civile regionale
promosso dalla Regione Toscana. L'associazione Casa della donna gestisce 2 progetti
nell'ambito dell'educazione alle pari opportunità e alla valorizzazione delle
differenze di genere. Sono previsti due posti a progetto. E’ possibile candidarsi per un solo progetto.

Progetto “Valorizzare le differenze e promuovere cittadinanze

I/le volontari/e che verranno selezionati/e (2 persone) per svolgere questo progetto avranno la possibilità di supportare l’associazione nell’erogazione dei servizi di accoglienza, di orientamento e di promozione della cultura di genere:

  1. offrendo un servizio di front office per un primo orientamento a chi si rivolge direttamente all’associazione, offrendo risposte sulla presenza delle operatrici dei vari servizi e sulle attività dell’associazione;
  2. garantendo un sostegno alle operatrici del centro antiviolenza, supportandole in varie fasi del percorso delle donne, aiutandole in caso di presenza di minori in occasione dei colloqui ‘vis a vis’ con le operatrici o con le consulenti; supporto alle iniziative di comunicazione del centro antiviolenza;
  3. un supporto generale all’associazione in occasione di iniziative pubbliche di promozione della cittadinanza di genere, comprese quelle di informazione e sensibilizzazione per il contrasto alla violenza di genere;
  4. supporto generale alle attività previste nell'ambito dell'educazione alle differenze (soprattutto interventi nelle scuole).

In particolare i/le volontari/e svolgeranno le seguenti attività:

  • affiancamento e rafforzamento dello sportello segreteria di primo orientamento;
  • sostegno ai servizi del Centro Antiviolenza con attività di prima accoglienza per le donne che usufruiscono dei colloqui programmati (con operatrici, psicologhe, legali) ed eventuale babysitteraggio per i figli/e durante i colloqui o le consulenze;
  • segreteria organizzativa per iniziative, convegni, manifestazioni;
  • divulgazione di informazioni sulle attività ed iniziative dell’Associazione;
  • affiancamento nelle attività di formazione nelle scuole e nei contesti di educazione non formale

Progetto “RI-GENER–AZIONI: passione idee progetti formazione in biblioteca”

I/le volontari/e che verranno selezionati/e (2 persone) per svolgere questo progetto avranno la possibilità di supportare l’associazione nelle attività collegate alla Biblioteca di genere e alla valorizzazione e diffusione dei saperi femminili:

  1. promuovendo la conoscenza del servizio della Biblioteca sul territorio;
  2. migliorando l’accesso ai servizi della Biblioteca, con particolare riferimento alle ricerche bibliografiche, al prestito e alla distribuzione nel sistema Bibliolandia;
  3. rafforzando le attività di catalogazione di nuove acquisizioni e donazioni, e di archiviazione di documenti ed altri materiali di interesse specifico presenti presso la Biblioteca;
  4. fornendo supporto organizzativo per iniziative ed eventi, quali per es. la presentazione di libri e la Festa delle Lettrici.

In particolare i/le volontari/e svolgeranno le seguenti attività:

  • attività di affiancamento e rafforzamento al servizio della biblioteca, aumentando l’apertura al pubblico e le disponibilità al prestito;
  • attività di affiancamento nella catalogazione del patrimonio librario e documentario presente in biblioteca;
  • attività di  affiancamento nell'ordinamento dell'archivio;
  • affiancamento nell’elaborazione ed aggiornamento di materiale divulgativo e promozionale della Biblioteca;
  • segreteria organizzativa per la gestione di iniziative pubbliche, quali presentazione di libri e di eventi;
  • partecipazione ad iniziative promosse sul territorio dalla Rete Bibliolandia e da altri soggetti con la quale l’associazione condivide finalità, attività e servizi.

L’impegno orario per le persone selezionate è di 30 ore settimanali distribuite solitamente dal lunedì al venerdì; in occasione della formazione e delle iniziative pubbliche potrebbe essere richiesta la disponibilità nella giornata del sabato. La durata complessiva di ogni  progetto è di 12 mesi. Ai/alle giovani in servizio è corrisposto direttamente dalla Regione Toscana un assegno mensile pari a 433,80 euro, secondo le modalità previste dal decreto dirigenziale 6584/2019.

Chi può presentare la domanda

Come da bando regionale, può fare domanda chi, alla data di presentazione, abbia un'età compresa fra i 18 ed i 29 anni (quindi chi non ha ancora compiuto il 30° anno, ovvero 29 anni e 364 giorni); sia regolarmente residente in Toscana o ivi domiciliato per motivi di studio o di lavoro propri o di almeno uno dei genitori; sia non occupato/a, disoccupato/a o studente; sia in possesso di idoneità fisica; non abbia riportato condanna penale anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo. Può fare domanda chi sta frequentando un corso di studi di qualunque tipologia.

In particolare per svolgere il servizio civile alla Casa della donna si richiede una forte motivazione ad operare in ambito relazionale, una predisposizione al lavoro di équipe e flessibilità. Sono gradite competenze informatiche di base e nella gestione dei social network.

Scadenza e modalità di presentazione della domanda

La domanda di partecipazione può essere presentata esclusivamente on line accedendo al sito https://servizi.toscana.it/sis/DASC

La scadenza per la presentazione della domanda è fissata alle ore 14.00 del 7 giugno 2019.

Il bando regionale per il servizio civile è consultabile nella sua interezza su:

Per informazioni più specifiche sui progetti di servizio civile della Casa della donna inviare una mail a segreteria@casadelladonnapisa.it

 

FacebooktwitterredditpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwitterredditpinterestlinkedintumblrmail