Diventa socia della Casa

Diventa socia e partecipa a “Un’amica per la Casa”! Puoi tesserarti anche online!

La Casa torna a casa!

La Casa esce dai beni alienabili e firma una nuova convenzione con la Provincia

Biblioteca

La più grande biblioteca di genere della Toscana e una delle più antiche d'Italia
Fondata nel 1990, la Biblioteca “Anna Cucchi” è gestita da un gruppo di volontarie e fa parte della rete provinciale Bibliolandia. Custodisce 100 riviste italiane e straniere (cessate e in corso) e 6.000 volumi tutti dedicati ai saperi delle donne e agli sudi di genere: dal femminismo alla letteratura, dalla filosofia alla psicoanalisi, dalla scienza all'arte, dalla storia al fumetto. La consultazione e il prestito sono gratuiti e il catalogo è consultabile online!

Centro antiviolenza

Per donne che vivono situazioni di violenza e abusi
Attivo dal 1996, il Centro Antiviolenza è costituito dal servizio di ascolto e accoglienza Telefono Donna (050 561628), dalla Casa Rifugio per donne maltrattate (anche con figli/e) e da 6 sportelli territoriali. Operatrici, psicologhe e avvocate offrono alle donne che vivono o hanno vissuto maltrattamenti e abusi un servizio gratuito di informazione e sostegno nel percorso di uscita dalla violenza. Il centro fa parte della rete regionale Tosca e della rete nazionale Dire.

Gruppi

Fare e pensare insieme ad altre donne
I Gruppi rappresentano il cuore della Casa e del nostro impegno. Organizzati spontaneamente dalle socie, offrono spazi di riflessione, confronto e impegno su una specifica tematica o attività. Si incontrano periodicamente alla Casa e sono aperti alla partecipazione di tutte le interessate. Dal Gruppo “Imparare l’italiano” a quello di attivismo tessile o di scrittura e lettura, ad oggi sono attivi 9 gruppi. Scoprili tutti e partecipa anche tu!

Ultime Notizie

Gli eventi e le notizie più recenti

Archivio notizie

Sostieni la Casa

Sostieni la Casa della donna

Tutti i servizi che offriamo sono gratuiti e per garantirli abbiamo bisogno del sostegno di cittadine/i e imprese. Anche del tuo!

Fai una donazione o diventa socia

Seguici su Facebook

#Cosedicasa

Lavorate nella scuola e avete interesse per la formazione sugli stereotipi di genere?

Domani inizia il primo corso di formazione del progetto europeo #bee. Boosting gender equality in education, rivolto al personale ausiliario, tecnico e amministrativo di scuola primaria e al personale ausiliario, di custodia e addetto al supporto e alla cucina di scuola dell'infanzia e nidi di infanzia.

Si tratta di dieci ore di corso in presenza, interattivo e laboratoriale, sui temi degli stereotipi di genere e delle pari opportunità. Il corso si svolge a Pontedera, nell'IC Gandhi e al CRED.

La formazione è certificata dal MIUR per il personale ATA e dal CRED con il PEZ Valdera.

Per maggiori informazioni, tutti i dettagli sul nostro sito 👇
bit.ly/3zixJJJ
... See MoreSee Less

Guarda su Facebook

#BuongiornoDonne oggi vi facciamo conoscere la street artist brasiliana #PanmelaCastro, alias Anarkia Boladona. Pamela lotta da sempre a sostegno dei diritti delle donne e delle politiche sociali e utilizza i suoi graffiti per legare l’arte al paesaggio urbano.

Corpo, sessualità e soggettività femminile sono i temi che danno vita a volti di donne attraverso esplosioni di colore con l’intento di sensibilizzare la popolazione a concepire come violazione dei diritti umani l’abuso fisico
Qui un suo ritratto di Una donna al giorno
bit.ly/2YAcV3J
... See MoreSee Less

Guarda su Facebook

#cosedicasa 🏡
Stamani in conferenza stampa, insieme ad altre donne di associazioni e gruppi cittadini, abbiamo presentato il comunicato "Non c'è più tempo. Per il pianeta, per il nostro mondo, per le nostre vite. Noi siamo la cura". Invitiamo tutte a partecipare numerose al percorso locale verso la manifestazione nazionale del #25settembre. Se siete interessate a venire a Roma scrivete a segreteria@casadelladonnapisa.it
‐-------
COMUNICATO STAMPA
"Non c'è più tempo. Per il pianeta, per il nostro mondo, per le nostre vite.
Noi siamo la cura"

A Pisa la Casa della donna e donne di associazioni e gruppi promuovono la Manifestazione Nazionale del 25 settembre a Roma e lanciano il programma locale.
Da più di un anno le donne dell'Assemblea della Magnolia promossa dalla Casa Internazionale delle donne di Roma si sono riprese spazi, tempi e parole per affermare davanti al mondo della politica, della cultura, dell'economia, della scienza l'urgenza non più rinviabile di un cambiamento radicale: "Non c'è più tempo. Per il pianeta, per il nostro mondo, per le nostre vite. Noi siamo la cura", recita il documento politico che ha avviato l'esperienza.
La pandemia ha messo a nudo gli effetti devastanti prodotti da un modello di produzione e di consumo centrato sulle politiche liberiste, il devastante aumento delle disuguaglianze e lo smantellamento del welfare massacrato da decenni di privatizzazioni e riduzione dei diritti. Siamo convinte che ora più che mai bisogna lottare perchè la politica metta al centro la vita degli esseri umani, della natura e di tutti i viventi.
L'unica , possibile trasformazione "dovrà obbligatoriamente essere radicale e femminista o non sarà" perché, come recita l'appello lanciato dalle donne di Roma, "l'epidemia Covid-19 non va affrontata "come una 'guerra da vincere' e per tornare alla 'normalità', ma come occasione per cambiare in radice noi, donne e uomini, e il mondo in cui viviamo. La salute, la scuola, il lavoro, i diritti umani, l'economia, l'ambiente, la pace, il contrasto alla violenza di genere devono essere declinati attraverso il fitto tessuto della cura che è "qualità dei corpi e delle menti".
A Pisa la Casa della Donna e molte donne di associazioni e gruppi si sono ritrovate in due partecipate assemblee per avviare un percorso che traduca sul piano locale la " Rivoluzione della Cura" , e che chiami in causa responsabilità dei diversi livelli di governo territoriali a partire dalle modalità con cui verranno impiegate le risorse del PNRR.
Per affermare l'urgenza di un cambiamento necessario, radicale e profondo nel quale al centro ci sia il pensiero delle donne, ci ritroveremo in Piazza del Popolo a Roma alle 14.00 in una manifestazione nazionale (Per la partenza da Pisa scrivere a segreteria@casadelladonnapisa.it
La manifestazione sarà aperta dalle donne afghane, perché, come afferma il comunicato dell'Assemblea "L'Afghanistan è il tragico specchio del cinismo di tutti i poteri, dei torbidi inganni del paternalismo della cura che funziona solo con i cerchi concentrici del prima, la famiglia, la nazione, mai la comune umanità. Per questo, quel che accade nel paese è della stessa pasta delle morti nel Mediterraneo, delle torture in Libia, degli accampamenti nei Balcani, teatro di efferate violenze sui corpi delle donne.
... See MoreSee Less

Guarda su Facebook

#BuongiornoDonne oggi con piacere facciamo i nostri migliori auguri di buon compleanno a Maria Chiara Carrozza, fisica della Scuola Superiore Sant'Anna ed ex ministra, nominata lo scorso 12 aprile Presidente del CNR Consiglio Nazionale delle Ricerche. ... See MoreSee Less

Guarda su Facebook

#CosediCasa 🏠
Questo venerdì vi aspettiamo nel nostro giardino alle 17.30, per un evento letterario e musicale in collaborazione con la Carmignani Editrice e la Scuola Bonamici Pisa.

"L'invenzione di Pan ovvero: come nacque la musica" è un libro per bambine e bambini che attraverso la musica insegna ad ascoltarsi, a comunicare e a creare la vera bellezza e la vera armonia, quella della vita.

Per partecipare, è sufficiente inviare una mail a segreteria@casadelladonnapisa.it.
Non mancate!
... See MoreSee Less

Guarda su Facebook

Seguici su Twitter


FacebooktwitterredditpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwitterredditpinterestlinkedintumblrmail