Diventa socia della Casa

Diventa socia e partecipa a “Un’amica per la Casa”! Puoi tesserarti anche online!

Non solo numeri

Anche nel 2021 record di telefonate al centro antiviolenza, oltre 1200. Leggi tutti i dati.

Biblioteca

La più grande biblioteca di genere della Toscana e una delle più antiche d'Italia
Fondata nel 1990, la Biblioteca “Anna Cucchi” è gestita da un gruppo di volontarie e fa parte della rete provinciale Bibliolandia. Custodisce 100 riviste italiane e straniere (cessate e in corso) e 6.000 volumi tutti dedicati ai saperi delle donne e agli sudi di genere: dal femminismo alla letteratura, dalla filosofia alla psicoanalisi, dalla scienza all'arte, dalla storia al fumetto. La consultazione e il prestito sono gratuiti e il catalogo è consultabile online!

Centro antiviolenza

Per donne che vivono situazioni di violenza e abusi
Attivo dal 1996, il Centro Antiviolenza è costituito dal servizio di ascolto e accoglienza Telefono Donna (050 561628), dalla Casa Rifugio per donne maltrattate (anche con figli/e) e da 8 sportelli territoriali. Operatrici, psicologhe e avvocate offrono alle donne che vivono o hanno vissuto maltrattamenti e abusi un servizio gratuito di informazione e sostegno nel percorso di uscita dalla violenza. Il centro fa parte della rete regionale Tosca e della rete nazionale Dire.

Gruppi

Fare e pensare insieme ad altre donne
I Gruppi rappresentano il cuore della Casa e del nostro impegno. Organizzati spontaneamente dalle socie, offrono spazi di riflessione, confronto e impegno su una specifica tematica o attività. Si incontrano periodicamente alla Casa e sono aperti alla partecipazione di tutte le interessate. Dal Gruppo “Imparare l’italiano” a quello di attivismo tessile o di scrittura e lettura, ad oggi sono attivi 9 gruppi. Scoprili tutti e partecipa anche tu!

Ultime Notizie

Gli eventi e le notizie più recenti

Archivio notizie

Sostieni la Casa

Sostieni la Casa della donna

Tutti i servizi che offriamo sono gratuiti e per garantirli abbiamo bisogno del sostegno di cittadine/i e imprese. Anche del tuo!

Fai una donazione o diventa socia

Seguici su Facebook

Oggi vi consigliamo un #podcast da non perdere!🎙

«Fortissime» viaggio ideale di eroine, per conoscere le storie (tra le altre) di #EmaStokholma, #LeaMelandri, #donatelladipietrantonio e #CathyLaTorre.

Le puntate sono disponibili sul sito del Corriere della Sera e sulle principali piattaforme gratuite di podcast 👉 www.corriere.it/podcast/fortissime/
... See MoreSee Less

Guarda su Facebook

Questo week-end vi invitiamo a #teatro! 🎭

Sabato 29 gennaio alle 21.00 a la città del teatro di Cascina va in scena uno spettacolo #danonperdere: 'Misericordia', di #EmmaDante, regista e drammaturga che amiamo molto!

In scena una storia contemporanea che racconta la disperata solitudine delle donne, ma anche la loro potenza generativa e grande vitalità.

La Città del Teatro offre una promozione per le socie della Casa 👏
- Biglietto posto poltrona 15€
- Promo gruppi di almeno 4 associate = 3 biglietti a 10€+1 omaggio

Per prenotare è sufficiente inviare una mail a biglietteria@lacittadelteatro.it o telefonare allo 050744400 (ricordatevi di specificare che siete socie della Casa!) 🌹

[Le promozioni, come da convenzione, vanno ritirate entro venerdì alle ore 12.00 pena la decadenza delle stesse.]
... See MoreSee Less

Guarda su Facebook

"La mia immaginazione mi rende umana e folle. Mi rivela tutto il mondo e allo stesso tempo mi allontana."

#Buongiornodonne con le parole di #UrsulaKLeGuin (1929 - 2018), scrittrice statunitense che vi consigliamo assolutamente di recuperare (cominciando da "La mano sinistra delle tenebre", che trovate anche nel catalogo della nostra biblioteca 👉 bit.ly/3KDSO8r)
... See MoreSee Less

Guarda su Facebook

#Aborto #Donnedalmondo
Martedì la maltese #RobertaMetsola è stata eletta presidente del Parlamento europeo. Un'elezione che ci lascia basite viste le sue posizioni antiabortiste e che certo non spingerà il suo Paese, Malta, a modificare la legislazione in materia. È bene ricordare, infatti, che Malta è l’unico Paese dell’Ue dove l’aborto è ancora illegale, anche per i casi di incesto o stupro.

Nel frattempo dalla Germania arriva, invece, una buona notizia. Il nuovo governo si è detto pronto a modificare la legge 219a. Risalente all’epoca nazista, vieta al personale medico di fornire informazioni riguardanti l’aborto farmacologico e chirurgico, come incentivo alla crescita demografica e alla protezione della “razza ariana”. Attualmente l’aborto in Germania è consentito entro le dodici settimane dal concepimento e oltre le dodici in caso di stupro o pericoli per la salute della donna, ciononostante è ancora vigente la legge 219a. Un'assurdità contro la quale da decenni combattono le donne tedesche e che ora finalmente il governo si impegna ad eliminare.

Vi lasciamo due articoli per approfondire 👉
bit.ly/3KkLoH3
bit.ly/3KANxyv
... See MoreSee Less

Guarda su Facebook

"Per la carica di #PresidentedellaRepubblica proponiamo oggi un preciso profilo, di donna autorevole, di robusta formazione costituzionale, antifascista e garantista, di esperienza istituzionale, profondamente democratica e laica.
Soprattutto che sia capace di porre la propria individualità con la consapevolezza di ciò che ha significato e continua a significare appartenere a un genere".

Con queste parole si conclude il documento promosso dalla Casa Internazionale delle Donne e dalla Casa Delle Donne di Milano sull'imminente elezione presidenziale. Un documento che nell'analisi e nella proposta ci trova del tutto concordi.

È davvero tempo di una svolta istituzionale, anche e soprattutto al #Quirinale!

Trovate il documento qui 👉https://www.facebook.com/560553893970037/posts/7558407384184618/
... See MoreSee Less

Guarda su Facebook

Seguici su Twitter


FacebooktwitterredditpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwitterredditpinterestlinkedintumblrmail