Focus su bibliografia e filmografia lgbt della biblioteca della Casa

Se nel gestionale della biblioteca della Casa della donna inseriamo come parola da ricercare LESBISMO vengono fuori un centinaio di titoli dai saggi ai romanzi, dagli anni Settanta a oggi ( si parte dal 1972 e si arriva al 2012), ci sono donazioni ma anche acquisti grazie alla partecipazione ai bandi di promozione culturale della Provincia. di Monica Cosentino

Scarica il focus in pdf

BOLLETTINO DELLE NUOVE ACCESSIONI 2011-2012

BIBLIOTECA “Anna Cucchi”

BOLLETTINO DELLE NUOVE ACCESSIONI   2011-2012

scarica in pdf

 

GIORNALISMO E MASS MEDIA

Gisella Bochicchio, Rosanna De Longis

La stampa periodica femminile in Italia. Repertorio 1861-2009

Biblink, 2010

Collocazione: 070 BOC sta

Censimento e descrizione di oltre 1600 periodici diretti alle donne tra il 1861 e il 2009, uno spaccato significativo sui processi di formazione dell’opinione pubblica in Italia in merito a tematiche femminili.

Lorella Zanardo

Il corpo delle donne

Feltrinelli, 2011

Collocazione: 305.42 ZAN cor

Nel maggio del 2009 Lorella Zanardo ha messo in rete un documentario realizzato con Cesare Cantù e Marco Malfi Chindemi, che denunciava attraverso dei filmati la falsa immagine delle donne nella tv italiana. L’autrice racconta nel libro la genesi del documentario, le reazioni che ha suscitato, l’interesse inaspettato da parte delle nuove generazioni. Un documentario per innalzare la consapevolezza sull’uso falso, mercificato, affatto dignitoso del corpo femminile nei mass media.

 Anna Bravo

Il fotoromanzo

Il mulino, 2003

Collocazione: 741.5 BRA

Il fotoromanzo è nato in Italia nel 1946 e si è poi diffuso rapidamente in Europa e in America latina. La sua immediata popolarità è di dimensioni tali da farne il vero boom editoriale del dopoguerra. Giovane, più femminile che maschile, più proletario, contadino o piccolissimo borghese che classe media, il suo pubblico è fra i meno raggiungibili dagli altri mezzi di comunicazione, e perciò del tutto nuovo. Dalla fine degli anni ’40 agli inizi degli anni ’60 i fotoromanzi rappresentano una delle vie italiane alla modernizzazione, dal desiderio di agi, libertà e promozione sociale al decollo dei consumi, all’indebolimento delle barriere fra i generi sessuali al disagio giovanile, dall’appiattimento delle differenze culturali all’alfabetizzazione di massa.

Continue reading