A Pisa la tappa finale della Carovana contro la violenza sulle donne

Sabato 24 giugno la Carovana contro la violenza sulle donne arriverà a Pisa. Nata nel 2016 in Alta Val di Cecina su iniziativa dell’associazione Le Amiche di Mafalda per ricordare Sandra Fillini uccisa dal marito a Castelnuovo Valdicecina, quest’anno la Carovana si amplia coinvolgendo altre associazioni: oltre alla Casa della donna, l’associazione Nuovo Maschile e l’associazione Eunice di Pontedera.

La Carovana contro la violenza, partita il 28 maggio da Montecerboli per raggiungere Pomarance, il 23 giugno sarà a Pontedera, dove con una camminata lungo l’argine dell’Arno raggiungerà Ponsacco e quindi si concluderà a Pisa sabato 24 giugno. L’appuntamento è alle ore 10 davanti alla sede del pronto soccorso dell’Ospedale di Cisanello: qui l’associazione Casa della donna ricorderà Vania Vannucchi e tutte le donne uccise a Pisa e provincia per mano di un uomo. Vania abitava a Lucca ma lavorava all’ospedale di Pisa, dove si era fatta trasferire per sfuggire proprio alle persecuzioni dell’uomo che il 2 agosto 2016 la bruciò viva.

Alla tappa pisana della Carovana contro la violenza parteciperanno il circolo LAV – Letture ad Alta Voce che leggerà per l’occasione alcune pagine del libro “Sono ancora viva”, in cui si raccontano storie di donne che sono uscite dalla violenza, e il Gruppo di scrittura “Carta Bianca” della Casa della donna che presenterà le poesie della raccolta “Alle tante donne uccise da chi diceva di amarle” composte dalle donne del gruppo.

Hanno inoltre aderito all’iniziativa Comune di Pisa, Provincia di Pisa, Società della Salute Zona Pisana, Comune di Vecchiano, Comune di San Giuliano, Comune di Vicopisano e Commissione Pari Opportunità del Comune di Vicopisano. l’Azienda ospedaliera pisana, la Cgil, la rete NonUnadiMenoPisa, l’associazione Dim.

[Scarica il comunicato stampa]