Fiabe sotto la torre: Racconti fantastici e donne coraggiose. Storie dal Decameron: Madonna Filippa

fiabe2

 

Care tutte e tutti,

venerdì 18 ottobre alle ore 18, incontreremo alla Casa “una gentil donna e bella e oltre ad ogn’altra innamorata”, di nome Madonna Filippa, in compagnia di Concetta D’Angeli e Virginia Del Re.

Saremo contente di avervi numerose e numerosi con noi per questo suggestivo pomeriggio d’autunno, che concluderemo con una cena buffet toscana.

L’iniziativa, realizzata con il patrocinio del Comune di Pisa nell’ambito del progetto “Fiabe sotto la torre”, con la collaborazione di ADMI (Amiche dal mondo insieme), Nicash- Centro di cultura araba e SIL-Società Italiana delle Letterate Toscana, sarà seguita lunedì 28 ottobre da un pomeriggio dedicato a “Le mille e una notte”.

Non mancate!

Le memorie di Lorenzo Da Ponte_ lettura ad alta voce. Giovedì 19 settembre alla Casa

lorenzo da ponte

giovedì 19 settembre, ore 20.00
presso la Casa della Donna – Via Angelo Galli Tassi 8

il Teatro Sant’Andrea

presenta

Le Memorie di  Lorenzo Da Ponte

da Mozart al Nuovo Mondo

lettura ad alta voce di
estratti dalle Memorie di Lorenzo Da Ponte

a cura del laboratorio del
Teatro Sant’Andrea
“La parola scritta, la parola letta, la parola  detta” 2012/2013

lettrici e lettori:  Elena Addis, Pietro Caciagli, Paolo Cianflone, Ketty De Pasquale, Antonio Ferazzoli,Rosa Gianneo, Rita Pani, Michela C. Podda, Elisabetta Tognoni.

collaborazione artistica
Donatella Petracchi

coordinamento a cura di Paolo Gervasi e Giulia  Solano

Il gruppo di lettura del laboratorio “La parola scritta, la parola detta, la parola letta” del Teatro Sant’Andrea, propone la  lettura ad alta voce di brani tratti dalle Memorie di Lorenzo Da Ponte (1749-1838), l’autobiografia romanzata del celebre librettista di Mozart.
Da Ponte ci racconta con voce ironica e beffarda l’incredibile  avventura della sua vita: dalla nascita in un piccolo paese veneto di provincia, alla vita di corte nella Vienna di Giuseppe II, dove avviene  il fortunato incontro con Mozart, al viaggio che lo condurrà nel Nuovo Mondo, dove concluderà i suoi giorni.

Scrivendo le sue Memorie Da Ponte costruisce con consapevolezza il proprio monumento, rivelandosi  uno dei più precoci autori del romanzo moderno e uno dei più inattesi e riusciti personaggi da lui stesso creati.

Delle Memorie abbiamo scelto quelle pagine che meglio ci sembravano rappresentare il suo incredibile itinerario artistico e geografico, e quelle in cui l’autore ci racconta dell’incontro con Mozart. Accanto a questi brani abbiamo affiancato alcune lettere di Mozart e brevi frammenti musicali tratti dalle loro opere.

Ingresso libero

Segue apericena a contributo libero

Sgnappy Dj, outofline photo collective e Controcanto, gli appuntamenti musicali (e non solo) di CasaLIBERAcasa

La settimana conclusiva di CasaLIBERAcasa Estate 2013 prevede due importanti appuntamenti musicali che siamo molto contente di poter ospitare nel nostro giardino:

giovedì 11: Dj set di Sgnappy, mostra fotografica delle #outofline photocollective

venerdì 12: “Con gli occhi di una donna” – canti e letture di Controcanto

Entrambe le iniziative saranno precedute, a partire dalle 19.00, da un’ apericena casalingagustosamente preparata dalle amiche della Casa e di ArciLesbica.

Nel ringraziare tutte le amiche e gli amici che hanno partecipato alle iniziative precedenti di CasaLIBERAcasa, ci auguriamo di avervi ancora in tante e tanti nel nostro giardino, prima di darci appuntamento a settembre.

casaLIBERAcasasm

Lunedì 10 alle ore 17 incontriamo Latifa Ahmady, direttrice di OPAWC

Incontro con Latifa Ahmady

Latifa Ahmady é la direttrice dell’OPAWC, una ONG che si occupa sin dal 2003 della promozione dei diritti delle donne e dei bambini afghani organizzando gratuitamente corsi di alfabetizzazione e di formazione professionale, avviando attività di microimprenditoria, e allestendo orfanotrofi e ambulatori medici.

pic_of_literacy_student_20101204_1926216547

A questo link il reportage della visita di Latifa alla provincia di Farah

Fra le fondatrici di OPAWC, anche Malalai Joya, la giovane attivista che, eletta all’età di ventisei anni nella Grande Assemblea (2003) ed eletta poi anche nella Camera dei Deputati afghana (2005) è stata illegalmente espulsa dal parlamento nel 2007 per averne criticato la natura antidemocratica e fondamentalista e per aver denunciato la presenza in esso di ‘signori della guerra’, trafficanti di droga e violatori dei diritti umani.

PROGETTO VITE PREZIOSE

Comune di Fiesole partner Cospe Casa della donna

Finanziamento Regione Toscana

Il progetto prevede di sostenere la lotta alla violenza contro le donne, l’educazione alla legalità ed il rafforzamento del sistema di giustizia in favore del rispetto dei diritti delle donne. Prevede inoltre di coordinare e rafforzare i servizi forniti dalla società civile afghana per l’accesso delle donne ai propri diritti, sostenendo le sue attività di educazione di base, formazione e socializzazione.

A Kabul, il progetto prevede il sostegno al Centro di Assistenza Legale e consulenza psico-sociale per le vittime di violenza di HAWCA, ed al Centro di alfabetizzazione e formazione professionale, integrandovi attività di cittadinanza attiva (dibattiti, attività ricreative e sportive e social networks) e di educazione ai diritti umani. Il Centro di OPAWC, che serve uno dei quartieri più degradati e violenti di Kabul, potrà così fornire aiuto legale e psicologico alle vittime di violenza, che sono la maggioranza fra le sue frequentatrici, e insieme ricevere nei suoi corsi le vittime di violenza riferite dal Centro Legale. Le due strutture avranno, in questo modo, la possibilità di rafforzare e coordinare le rispettive attività, ottimizzandone i risultati.

I Centri, oltre a fornire assistenza legale e psico-sociale alle vittime di violenza, formeranno giovani avvocati e studenti di legge e promuoveranno l’attivismo sociale delle ragazze attraverso i social media, e creeranno comitati di comunità per promuovere consapevolezza sul sistema legale e per monitorare l’applicazione delle leggi per i diritti delle donne.