La Casa della donna al fianco del Municipio dei Beni Comuni

La Casa della donna di Pisa esprime piena solidarietà al Municipio dei Beni Comuni e aderisce alla manifestazione di sabato 16 novembre “#excolorificio #16 nov Manifestazione in difesa dei Beni Comuni”.

Riteniamo che spazi in cui si realizzino percorsi collettivi come quello intrapreso dal Progetto Rebeldia prima e poi dall’ex Colorificio Liberato e Municipio dei Beni Comuni – che hanno visto la partecipazione attiva di molte associazioni, di cittadine e cittadini – non debbano essere sequestrati ma incentivati, valorizzati e presi a modello di una partecipazione democratica per la costruzione di un’altra città possibile.

Perché Pisa, grazie a realtà come queste, non è soltanto “uscita dal grigiore”, non ha visto soltanto uno spazio recuperato al degrado e all’abbandono trasformato in un laboratorio sociale di idee, di pratiche  di solidarietà, di accoglienza, di economia sostenibile ma ha anche assistito a una messa in pratica di un nuovo modo di concepire la città, ispirato ai principi di inclusione,  di partecipazione e frutto di una politica dal basso; di una politica che nella specifica rivendicazione di un uso pubblico di luoghi lasciati altrimenti agli interessi dei privati e a manovre speculative, sa farsi portatrice di nuove pratiche di cittadinanza, che hanno la radice più autentica nei principi, troppe volte disattesi, della nostra Carta costituzionale.

Per tutti questi motivi auspichiamo che l’amministrazione comunale faccia tutto quanto è in suo potere per scongiurare la chiusura di una esperienza così importante per la nostra città, per tutte e per tutti!

È tempo di ritornare, noi ci saremo!

Associazione Casa della donna di Pisa