In ricordo di Paola

Pubblichiamo, ad un anno da quando Paola ci ha lasciate, un ricordo di una nostra cara amica ed amica di Paola, scritto per lei

 

IN RICORDO DI PAOLA

Le idee che fiorivano nella sua mente illuminavano le nostre menti, ci insegnava la tolleranza, ad aver fiducia in noi stesse ma ci insegnava anche le ricette di cucina.

Dai momenti bui riemergeva per ricominciare a dare generosamente i suoi doni di intelligenza e di sensibilità. Sapeva stabilire relazioni sia con le vecchiette, come me, che con le giovani donne con la stessa calda comunicativa.

Mi sono andata a riguardare le e-mail fitte, fitte che ci siamo scambiate tra il 2001 e il 2002 in occasione della mostra sulle ostetriche. Mi sono commossa. Lei era capace di sciogliere con il suo ottimismo e il suo entusiasmo i nodi in cui mi impigliavo durante il percorso verso la meta.

Per la riuscita della mostra bisognava contattare persone un pò “rognosette”. Si mandava Paola in missione e le porte si aprivano, bisognava far arrivare dei libri da Parigi e Paola si rivolgeva ad un suo studente, che era lì, e che si faceva in quattro per lei.

Mi chiedevo come faceva a rispondere a tambur battente alle mie richieste e sollecitazioni, lei che doveva preparare le lezioni, andare ai consigli di facoltà, prendersi cura delle figlie, partecipare alle mille iniziative della Casa della Donna. Le chiedevo:” Paola potresti scrivere a…?” “Stasera stessa scrivo”. Paola hai parlato con…?” “Sì, è disponibile”. Ma arrivavano anche le sferzate di fronte alla paura di chiedere troppo ai nostri sponsor, come se non ritenissimo il nostro lavoro degno di riconoscimento. “I preventivi non sono un voto che ci viene dato dagli altri sono un voto che noi diamo a noi stesse. Quindi diamoci un bel voto”.

Il 7 marzo 2002 scrive “Ci siamo!!!! Ricordate fino all’ultimo la parola d’ordine è ZEN”

E poi c’è stata la coinvolgente impresa di trasferire su pannelli la storia della casa, le attività dei gruppi, del centro antiviolenza, e infine di organizzare la festa per i vent’anni della Casa.

E’ stato un periodo intenso e bellissimo con il sorriso di Paola che incoraggiava, con la sua partecipazione sempre calda, con le sue parole profonde, con la sua ironia, con i suoi sguardi mai giudicanti, il suo impegno tenace. E poi le e-mail dopo la festa in cui esprimeva la gioia per la riuscita. “Carissime, ieri sera è stata proprio una bellissima festa, ero emozionata ma non credevo che mi sarei commossa così al momento della torta con quel lungo applauso e l”l’urlo” delle nostre amiche eritree…arrivate anche loro più di vent’anni fa…”.

Paola generosa, tenera, intelligente, profondamente femminista.

Grazie Paola per tutto quello che ci hai dato a piene mani. Ti abbiamo amato e ti amiamo.

304860_4914131544422_1966132771_n