Comunicato stampa: Solidarietà alle compagne e ai compagni del centro sociale Newroz

Pisa, 30 Aprile 2013

Abbiamo appreso con sgomento e dolore dell’attentato incendiario al centro sociale Newroz di Via Garibaldi. Il segno che lascia su quei muri anneriti è tristemente chiaro, assomiglia ai tanti agguati che vengono compiuti sempre più spesso da gruppi di estrema destra ai centri di aggregazione, cultura e socialità diffusa che sono sorti in Italia come altrove negli ultimi durissimi anni di crisi . Luoghi creati da giovani, donne e uomini, e ovunque inseriti nei quartieri e nel tessuto cittadino, aperti al confronto, alla costruzione collettiva, spazi accoglienti e inclusivi, terreno di ricerca culturale e di sperimentazione, di mutualità e sostegno.

Assomiglia agli agguati vigliacchi, razzisti e omofobi di cui leggiamo ogni giorno nelle pagine di cronaca: atti che rivendicano un uso delle differenze e delle diversità come strumenti di gerarchia sociale, di dominio, di esclusione, di sopraffazione.

La Casa della donna esprime solidarietà e partecipazione alle compagne e ai compagni del Newroz e si unisce a loro e alle tante diverse voci che in queste ore hanno condannato senza riserve quest’attacco vile e provocatore che, mentre colpisce un simbolo delle tante battaglie per i diritti fondamentali, la democrazia e i beni comuni, tenta di avvelenare il clima della campagna elettorale per le elezioni amministrative comunali.

Siamo con voi, anche noi, con i nostri corpi, con la testa e con il cuore, e ci uniamo alla manifestazione indetta per sabato 4 maggio

PERCHE’ IL NUOVO NEWROZ RIAPRA SUBITO, PIU’ BELLO DI PRIMA

PER RIAFFERMARE L’IMPORTANZA DEGLI SPAZI SOCIALI

PER SOSTENERE LA DEMOCRAZIA PARTECIPATIVA

PER LA LIBERTA’ DI OGNI DONNA E DI OGNUN* DI VIVERE LA RICCHEZZA E L’ORGOGLIO DELLE PROPRIE DIFFERENZE IN MOVIMENTO.

Associazione Casa della donna